entra in calciomarket
entra in calcionews
EnglishItaliano
News View
ITALIA U21 - SLOVACCHIA U21 3 - 1 LA PARTITA VISTA DA VICINO
October 15, 2014

STADIO MAPEI DI REGGIO EMILIA. RITORNO DELLA PARTITA CHE L'ITALIA AVEVA PAREGGIATO IN TRASFERTA 1 A 1 

E' DIFFICILE ANDARE A COMMENTARE UNA PARTITA CHE ALLA FINE E' EMERSA LA GRANDE RABBIA DEGLI OSPITI PER LE DECISIONI INCOMPRENSIBILI PRESE DALLA TERNA ARBITRALE. L'UEFA ESPONE UNA BANDIERA CON UNA SCRITTA CUBITALE "RESPECT" CHE SEMBRA UNA PRESA IN GIRO PER CHI COME LA SLOVACCHIA OGGI HA GIOCATO UNA PARTITA ORGOGLIOSA CORRETTA MA IN INFERIORITA' NUMERICA PER L'ESPULSIONE DI DUE GIOCATORI PER DOPPIA AMMONIZIONE. PUNIZIONE A MIO AVVISO ECCESSIVA SUL RISULTATO DI DUE A ZERO PER L'ITALIA IN VIRTU' ANCHE DI UN RIGORE CONCESSO CON TROPPA GENEROSITA' DALL'ARBITRO SCOZZESE. SUL 2 A 0 E CON UN UOMO IN PIU' SEMBRAVA VIRTUALMENTE CHIUSA LA GARA E INVECE LA SQUADRA DEI GIOVANI SLOVACCHI HA UNA GRANDE REAZIONE  E INCOMINCIA A PRESSARE A TUTTO CAMPO LA SQUADRA ITALIANA E QUANDO E' IN POSSESSO DI PALLA CHIUDE L'ITALIA NELLA PROPRIA METACAMPO. L'ITALIA E' INCAPACE DI CONTENERE L'AVVERSARIO E CERCA SOLAMENTE DI FERMARE L'AVANZATA SLOVACCA. NON CI RIESCE E AL 63° UNA PERCUSSIONE DA CENTROCAMPO PALLA AL PIEDE DI LOBOTKA FINO AL LIMITE DELL'AREA SI CONCLUDE CON UN TIRO PALLONETTO CHE SORPRENDE BARDI FUORI DALLA PORTA. STADIO IN SILENZIO0 E GRANDE ENTUSIASMO DEI SOSTENITORI DELLA SLOVACCHIA IN BUON NUMERO PRESENTE SUGLI SPALTI. LA PARTITA SI RIAPRE E VERSO LAMETA' DEL SECONTO TEMPO L'EPISODIO CHE PUO' RIMETTERE LA SLOVACCHIA IN CORSA PER IL PASSAGGIO DEL TURNO.  UN RINVIO CON I PIEDI DI BARDI LA PALLA VIENE RACCOLTA DI TESTA DA UN DIFENSORE SLOVACCO CHE LA SPEDISCE IN AVANTI, SALTA IL N. 3 BIRAGHI  CHE SEMPRE DI TESTA ALLUNGA LA TRAIETTORIA COLPENDOLA MALE VERSO LA SUA PORTA SI AVVENTA SULLA PALLA IL N.11 ZRELAK CHE CON UN PERFETTO CONTROLLO A SEGUIRE LASCIA SUL POSTO IL N. 6 RUGANI, ENTRA IN AREA E IL CAPITANO AZZURRO BIANCHETTI IN SCIVOLATA LO SPEDISCE A TERRA. L'ARBITRO FISCHIA IL RIGORE E DOVREBBE ESSERCI L'ESPULSIONE DELL'AZZURRO. L'ASSISTENTE DELL'ARBITRO RICHIAMA L'ATTENZIONE DELL'ARBITRO E DOPO UN BREVE SCAMBIO DI PAROLE CAPOVOLGE COMPLETAMENTE LA SUA DECISIONE INDICANDO CHE IL GIOCO RIPARTIRA' CON UN CALCIO D'ANGOLO. GRANDE DELUSIONE E RABBIA IN CAMPO IN PANCHINA E IN TRIBUNA PER LA SQUADRA OSPITE. PASSANO POCHI MINUTI E LA SLOVACCHIA RIMANE IN NOVE PER LA SECONDA ESPULSIONE DI UN SUO GIOCATORE. RIMANE SOLO IL TEMPO DI VEDERE IL TERZO GOL DI LONGO APPENA ENTRATO SU UN CONTROPIEDE. SI CHIUDE COSI' UNA PARTITA CHE HA DELUSO SOPRATTUTTO NELLE DECISIONI PRESE DAL DIRETTORE DI GARA E DAI SUOI ASSISTENTI. COMPLIMENTI ALLA SQUADRA SLOVACCA  CHE HA GIOCATO CORRETTAMENTE MA SOPRATTUTTO LEALMENTE ANCHE QUANDO HA SUBITO ENORMI TORTI ARBITRALI.